La destra scende, la destra sale.

Forse non tutti sanno che domenica scorsa, 15 ottobre 2017, è stata un’importante giornata di elezioni per due paesi Europei. Immagino, ora, che alcuni si chiedano: come due paesi europei? E quali sono? Andiamo un attimo con ordine. Che si sia votato in Austria ormai è “noto”. Radio, quotidiani e telegiornali hanno già parlato dell’inaspettato risultato delle elezioni austriache: il Wunderkind Sebastian Kurz, 31 anni, Ministro … Continue reading La destra scende, la destra sale.

Bundestagswahl

Bundestagswahl: cosa ci dicono le elezioni tedesche

di Elisa Todesco e Aglaia Pimazzoni 61,5 milioni di tedeschi sono stati chiamati alle urne il 24 settembre per il rinnovo del Bundestag, il Parlamento tedesco. Ogni votante è tenuto ad esprimere due voti: il primo, Erststimme, serve ad eleggere i candidati diretti nei 299 collegi uninominali, con il secondo, Zweitstimme, si decide il successo di un partito e il numero dei rappresentanti in Parlamento. … Continue reading Bundestagswahl: cosa ci dicono le elezioni tedesche

Cameron, Brexit

Un anno di Brexit. Origini e contraddizioni di un autogol politico.

“Il 23 giugno dello scorso anno, il popolo del Regno Unito ha votato per uscire dall’Unione Europea. (…) Il Referendum è stato un voto per ripristinare la nostra autodeterminazione nazionale. Lasciamo l’Unione Europea, ma non l’Europa e vogliamo rimanere partner impegnati e alleati dei nostri amici continentali”.[1] Così recita l’incipit della lettera di notifica dell’art 50 di Theresa May, indirizzata al Presidente del Consiglio Europeo … Continue reading Un anno di Brexit. Origini e contraddizioni di un autogol politico.

de gaulle adenauer

Merkel e Macron rilanciano l’asse Berlino-Parigi.

Di Chiara Bellusci Il 15 maggio, a Berlino, ha avuto luogo il primo incontro tra il neoeletto presidente francese Emmanuel Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel: un meeting di rito per i presidenti francesi che, subito dopo l’insediamento, viaggiano fino alla capitale della Germania per consolidare il cosiddetto asse franco-tedesco, figlio del Trattato dell’Eliseo del 1963. “Siamo in uno di quei momenti che Hermann Hesse … Continue reading Merkel e Macron rilanciano l’asse Berlino-Parigi.

Francois Holland lascia l'Eliseo

L’eredità di Hollande. Tra politica estera, insuccessi economici e fine del bipolarismo.

Di Francesco Merlo Dall’Alpi alle Piramidi – Dal Manzanarre al Reno – Di quel securo il fulmine – Tenea dietro al baleno. Se all’indomani della morte di Napoleone, Manzoni descriveva con queste parole l’impatto che ebbe il generale sulla sua epoca, è quantomeno improbabile che qualcuno scriva un poema sul dinamismo o sui successi del presidente francese uscente François Hollande. Salito all’Eliseo nel maggio 2012, Hollande ha fin … Continue reading L’eredità di Hollande. Tra politica estera, insuccessi economici e fine del bipolarismo.

Brexit. Al via le trattative ed è già lo stallo.

Di Simone Bonzano Il 29 marzo il Primo Ministro britannico Theresa May ha firmato la lettera all’Unione Europea con cui la Gran Bretagna invoca l’Articolo 50. Inizia così ufficialmente la Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione, che, secondo quanto stabilito dai trattati, avverrà fra 2 anni, salvo eventuali, improbabili proroghe. Lo spazio per le vere trattative sarà, invece, di 18 mesi per tenere conto delle … Continue reading Brexit. Al via le trattative ed è già lo stallo.

I panettoni di questo Natale non sono buoni da mangiare.

Di Pierdomenico Bortune Nessuna ironia: nei prossimi giorni sentiremo parlare spesso di panettoni. Ma non si tratta né di panettoni industriali né tanto meno di panettoni artigianali. Non è del classico dubbio – compro industriale o artigianale? Risparmio o mi tratto bene? – di cui si parla qui, purtroppo. Quelli di cui parliamo sono i panettoni stradali e questo è uno dei Natali più tristi della … Continue reading I panettoni di questo Natale non sono buoni da mangiare.

Angela Merkel e il velo integrale: non ha posto nella nostra società

Di Pierdomenico Bortune «Il velo integrale non ha posto nella nostra cultura», dice Angela Merkel. Dopo la Francia, la Germania potrebbe essere il prossimo Paese a vietare l’utilizzo del velo integrale in luoghi pubblici, non solo per motivi di sicurezza. Angela Merkel è uno dei pochi leader ancora credibili in Europa. In questi giorni sui Social circola una foto che mostra come il 2016 sia … Continue reading Angela Merkel e il velo integrale: non ha posto nella nostra società