Weah presidente della Liberia: se il calcio cambia uno Stato

Dal punto di vista socio-politico le elezioni del 26 dicembre 2017 in Liberia sono state di un’importanza notevole. E non solo perché per la prima volta nello stato africano sono avvenute liberamente dopo gli anni tragici delle guerre civili, ma anche (e forse soprattutto) perché ad essere stato eletto come nuovo Presidente è stato George Weah, noto calciatore africano degli anni ’90. Per chi ha … Continue reading Weah presidente della Liberia: se il calcio cambia uno Stato

Sud Sudan, la vita di un paese fantasma

Seguendo la terminologia proposta da diversi politologi anglosassoni tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo millennio, si definisce rogue state (stato canaglia, in italiano) “stato che, in modo più o meno attivo e palese, sostiene o fomenta il terrorismo internazionale”. Il termine poggia sul significato inglese di rogue, che indica un comportamento scorretto tipico di una persona inaffidabile, senza principi. Sui giornali, nella sezione … Continue reading Sud Sudan, la vita di un paese fantasma

Mugabe, Zimbabwe

Zimbabwe: se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.

Mugabe ha ceduto. Sotto la minaccia dell’impeachment, il più anziano capo di stato al mondo (93 anni), ha ceduto lo scettro del potere. Ieri, martedì 21 novembre, Mugabe ha consegnato una lettera a Jacob Mudeda, speaker del Parlamento, nella quale rassegnava le sue dimissioni con effetto immediato. E ora? Teoricamente l’iter prevede che il Presidente del Parlamento assuma temporaneamente la presidenza. In pratica, verso l’ora … Continue reading Zimbabwe: se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.

Mugabe, Zimbabwe

Coup o non Coup? Passato e presente dello Zimbabwe

Qualche giorno fa il mondo si è svegliato con una nuova notizia dall’Africa in prima pagina: l’esercito è entrato con i carri armati a Harare, la capitale dello Zimbabwe. Qualche ora dopo, i titoli delle principali testate mondiali raccontavano il resto della storia: i militari, sempre quelli dei carri armati, sono entrati nel palazzo presidenziale dello Zimbabwe rinchiudendo il presidente Mugabe, con sua moglie Grace, … Continue reading Coup o non Coup? Passato e presente dello Zimbabwe

L’esodo africano dallo Statuto di Roma: il caso Burundi.

La storia contemporanea ci insegna in qualche modo come anche dai Paesi più piccoli possano nascere tendenze e processi in grado di incidere sulla storia mondiale. Il piccolo Paese in questo caso è il Burundi, stato dell’Africa sub-sahariana tristemente noto per il suo tasso di povertà (tra i primi 5 al mondo), l’estrema instabilità politica e ben due genocidi etnici alle spalle. L’evento che ha … Continue reading L’esodo africano dallo Statuto di Roma: il caso Burundi.

Francois Holland lascia l'Eliseo

L’eredità di Hollande. Tra politica estera, insuccessi economici e fine del bipolarismo.

Di Francesco Merlo Dall’Alpi alle Piramidi – Dal Manzanarre al Reno – Di quel securo il fulmine – Tenea dietro al baleno. Se all’indomani della morte di Napoleone, Manzoni descriveva con queste parole l’impatto che ebbe il generale sulla sua epoca, è quantomeno improbabile che qualcuno scriva un poema sul dinamismo o sui successi del presidente francese uscente François Hollande. Salito all’Eliseo nel maggio 2012, Hollande ha fin … Continue reading L’eredità di Hollande. Tra politica estera, insuccessi economici e fine del bipolarismo.

Bambini Soldato: una tragedia tutta moderna

Bambini Soldato: una tragedia contemporanea

Di Francesco Merlo A quindici anni dal saggio di Mary Kaldor, la fenomenologia internazionale dei conflitti armati ha assunto tratti più che mai cruenti e totalizzanti, arrivando a coinvolgere tra i suoi attori protagonisti persino i membri apparentemente più estranei al concetto di violenza: i bambini. Secondo i dati delle Nazioni Unite, i bambini arruolati oggi nel mondo sono circa 300.000, sparsi tra le milizie … Continue reading Bambini Soldato: una tragedia contemporanea

Unione Africana e Corte Penale Internazionale: una cooperazione in crisi?

Unione Africana e Corte Penale Internazionale: una cooperazione in crisi?

Di  Aglaia Pimazzoni Da tempo i rapporti tra l’Unione Africana (UA) e la Corte Penale Internazionale (CPI) sono tesi e nel corso degli anni sono stati numerosi i segnali di insofferenza dei Paesi africani nei confronti del tribunale con sede all’Aja. Il primo attrito risale al 2009 con l’emissione del mandato di arresto per crimini di guerra e contro l’umanità nei confronti del presidente sudanese … Continue reading Unione Africana e Corte Penale Internazionale: una cooperazione in crisi?