Uno dei più attesi eventi della stagione primaverile è senza dubbio quello che ha luogo nella Sala del Fiorino, all’interno della Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti. La mostra, che è stata inaugurata il 07/03/2019 e che terminerà il 26/05/2019, si è avvalsa della collaborazione di Advancing Women Artists – organizzazione statunitense dedita a ricerca, restauro ed esposizione di eroine nei musei toscani – ed è pertanto uno straordinario omaggio al gentil sesso.

L’esposizione, dal titolo Lessico femminile. Le donne tra impegno e talento 1861 – 1926, segue un fil rouge che sinuosamente si dipana tra fotografie – su tutte quelle dei Fratelli Alianti – dipinti, giornali d’epoca, documenti d’archivio del Gabinetto Vieusseux datati 1870 e 1909 e oggetti d’arte. Vengono toccati punti salienti come gli scioperi o il movimento delle suffragette, documentando la varietà dei talenti che hanno reso le donne interpreti della storia e del sapere, in settori che vanno da quello più umile a quello artistico-artigianale, letterario oppure scientifico.

Le date riportate nell’intestazione dell’evento sono indicative di fatti, ancor oggi ricordati per importanza e incisività nonché eccezionalità, che cambiarono la nostra storia a cavallo tra XIX e XX secolo. Il 1861, anno in cui ufficialmente venne annunciata la nascita del Regno d’Italia sotto la casata dei Savoia e anno in cui si registrano numerose affiliazioni di lavoratrici alla bandiera in seta con ricami in oro della Fratellanza Artigiana. E il 1926, quando a Stoccolma, per la prima volta, viene insignita del premio Nobel per la letteratura una scrittrice italiana, l’autrice sarda Grazia Deledda.

Lo stupefacente cammino di emancipazione e riscatto dell’immagine femminile su scala internazionale si rivela attraverso il ruolo sociale e politico delle italiane nel periodo post-unitario; un ruolo spesso non riconosciuto tra Ottocento e Novecento.

Partendo da un nucleo centrale di opere di grandi dimensioni, il percorso, scenograficamente allestito, lascia spazio ad un costante emergendo delle protagoniste e della loro operosità sino a sfociare in una delle più notevoli raccolte di testimonianze sul tema delle donne al lavoro nei campi.

Nei dipinti che possiamo ammirare in mostra sono immortalate sia contadine, con alcuni scorci rubati dalla loro quotidianità, sia donne provenienti dal ceto della borghesia, che – a differenza delle prime – avevano la possibilità di fare carriera, divenendo scrittrici, artiste e persino autrici di libri per l’infanzia.

La quiete apparente dei salotti offriva copertura a pensieri rivoluzionari e patriottici. Firenze diviene cosi hub internazionale, grazie al coraggio e all’intraprendenza di eroine come Elizabeth Barrett Browning, Jessie White Mario, Margaret Fuller e Theodosia Garrow Trollope.  Un chiaro segnale di questo vento di cambiamento è riscontrabile anche nella moda: la donna passò dalla crinolina agli abiti corti e sciolti che meglio riflettevano il clima di più ampio respiro di quegli anni.


A cura di Azzurra Tasselli

The following two tabs change content below.
Azzurra Tasselli

Azzurra Tasselli

Mi presento: mi chiamo Tasselli Azzurra, ho un diploma Magistrale conseguito alla Giovanni Pascoli, dove ho frequentato per 5 anni il liceo socio-psico-pedagogico. Dopodichè mi sono laureata in Filosofia, indirizzo Filosofia Morale, al Pellegrino in via Bolognese (facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Firenze). Attualmente lavoro al C.S.E Il Totem e alla biblioteca delle Oblate a titolo di inserimento socio-terapeutico.
author

Azzurra Tasselli

Mi presento: mi chiamo Tasselli Azzurra, ho un diploma Magistrale conseguito alla Giovanni Pascoli, dove ho frequentato per 5 anni il liceo socio-psico-pedagogico. Dopodichè mi sono laureata in Filosofia, indirizzo Filosofia Morale, al Pellegrino in via Bolognese (facoltà di Lettere e Filosofia, Dipartimento di Filosofia, Università degli Studi di Firenze). Attualmente lavoro al C.S.E Il Totem e alla biblioteca delle Oblate a titolo di inserimento socio-terapeutico.
Show Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *