Oltre i soldati: il Mali al voto

Il prossimo 29 luglio andrà al voto un paese che, seppur lontano, ci tocca assai da vicino. Dalle sue frontiere, fuori controllo per la fortissima instabilità interna, transitano infatti le migliaia di persone dirette alle coste della Libia e, da qui, all’Europa. È il Mali, la terra della leggendaria Timbuctu. Dilaniato da anni di guerra civile, sono tre gli attori protagonisti del conflitto maliano: il … Continue reading Oltre i soldati: il Mali al voto

Weah presidente della Liberia: se il calcio cambia uno Stato

Dal punto di vista socio-politico le elezioni del 26 dicembre 2017 in Liberia sono state di un’importanza notevole. E non solo perché per la prima volta nello stato africano sono avvenute liberamente dopo gli anni tragici delle guerre civili, ma anche (e forse soprattutto) perché ad essere stato eletto come nuovo Presidente è stato George Weah, noto calciatore africano degli anni ’90. Per chi ha … Continue reading Weah presidente della Liberia: se il calcio cambia uno Stato

Una nuova frontiera per l’Italia: la nostra missione in Niger

L’Italia torna in Africa. Per esplicita dichiarazione di Gentiloni e del capo dello Stato Maggiore, il generale Claudio Graziano, il nostro paese mobiliterà alcune centinaia di uomini per inviarli in Niger. L’obiettivo dichiarato è duplice: l’eradicazione dei gruppi terroristici che scorrazzano liberamente nel deserto e la chiusura della principale rotta migratoria verso l’Europa. Paese chiave dei collegamenti tra l’Africa subsahariana e le coste mediterranee, il … Continue reading Una nuova frontiera per l’Italia: la nostra missione in Niger

Sud Sudan, la vita di un paese fantasma

Seguendo la terminologia proposta da diversi politologi anglosassoni tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo millennio, si definisce rogue state (stato canaglia, in italiano) “stato che, in modo più o meno attivo e palese, sostiene o fomenta il terrorismo internazionale”. Il termine poggia sul significato inglese di rogue, che indica un comportamento scorretto tipico di una persona inaffidabile, senza principi. Sui giornali, nella sezione … Continue reading Sud Sudan, la vita di un paese fantasma

Mugabe, Zimbabwe

Zimbabwe: se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.

Mugabe ha ceduto. Sotto la minaccia dell’impeachment, il più anziano capo di stato al mondo (93 anni), ha ceduto lo scettro del potere. Ieri, martedì 21 novembre, Mugabe ha consegnato una lettera a Jacob Mudeda, speaker del Parlamento, nella quale rassegnava le sue dimissioni con effetto immediato. E ora? Teoricamente l’iter prevede che il Presidente del Parlamento assuma temporaneamente la presidenza. In pratica, verso l’ora … Continue reading Zimbabwe: se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi.

Mugabe, Zimbabwe

Coup o non Coup? Passato e presente dello Zimbabwe

Qualche giorno fa il mondo si è svegliato con una nuova notizia dall’Africa in prima pagina: l’esercito è entrato con i carri armati a Harare, la capitale dello Zimbabwe. Qualche ora dopo, i titoli delle principali testate mondiali raccontavano il resto della storia: i militari, sempre quelli dei carri armati, sono entrati nel palazzo presidenziale dello Zimbabwe rinchiudendo il presidente Mugabe, con sua moglie Grace, … Continue reading Coup o non Coup? Passato e presente dello Zimbabwe

L’esodo africano dallo Statuto di Roma: il caso Burundi.

La storia contemporanea ci insegna in qualche modo come anche dai Paesi più piccoli possano nascere tendenze e processi in grado di incidere sulla storia mondiale. Il piccolo Paese in questo caso è il Burundi, stato dell’Africa sub-sahariana tristemente noto per il suo tasso di povertà (tra i primi 5 al mondo), l’estrema instabilità politica e ben due genocidi etnici alle spalle. L’evento che ha … Continue reading L’esodo africano dallo Statuto di Roma: il caso Burundi.

Tra presunzione e compassione: l’eredità coloniale dell’Occidente

Di Francesco Merlo Per chi non la conoscesse già, raccomando la lettura di una breve poesia, “Il fardello dell’uomo bianco”. Scritta da Kipling – proprio lui, l’autore de Il Libro della Giungla – la poesia identifica una visione del mondo che, tra le altre cose, ha ispirato il colonialismo. Gli uomini bianchi europei, per l’autore eredi di una civiltà progredita e superiore, avrebbero dovuto mettere … Continue reading Tra presunzione e compassione: l’eredità coloniale dell’Occidente

Bambini Soldato: una tragedia tutta moderna

Bambini Soldato: una tragedia contemporanea

Di Francesco Merlo A quindici anni dal saggio di Mary Kaldor, la fenomenologia internazionale dei conflitti armati ha assunto tratti più che mai cruenti e totalizzanti, arrivando a coinvolgere tra i suoi attori protagonisti persino i membri apparentemente più estranei al concetto di violenza: i bambini. Secondo i dati delle Nazioni Unite, i bambini arruolati oggi nel mondo sono circa 300.000, sparsi tra le milizie … Continue reading Bambini Soldato: una tragedia contemporanea

Sahara Occidentale, petrolio e diritti umani del popolo Saharawi

Sahara Occidentale, petrolio e diritti umani del popolo Saharawi

Di Alessandro Pascuzzi Il Sahara Occidentale, territorio che dal 1975 è de facto sotto il controllo amministrativo del Regno del Marocco, compare dal 1963 nell’elenco dei territori in cui il diritto all’autodeterminazione dei popoli andrebbe applicato. La scoperta di potenziali giacimenti di petrolio, accostata alla già conosciuta abbondanza di fosfati e di risorse ittiche, ha rilanciato l’interesse globale nei confronti di questo angolo di Sahara. … Continue reading Sahara Occidentale, petrolio e diritti umani del popolo Saharawi