L’ombra di Pinochet sul popolo Mapuche: l’eredità dittatoriale del Cile contemporaneo

Dal referendum del 1988 e la conseguente fine della dittatura di Pinochet, il Cile ha intrapreso un percorso per allontanarsi dalla tradizione autoritaria e dal sangue versato dal generale. Quale sia la strada verso una democrazia liberale non minimalista, ma capace di garantire la concreta partecipazione della popolazione non è però mai stato molto chiaro. Infatti, in un succedersi di governi composti dalla sinistra, prima … Continue reading L’ombra di Pinochet sul popolo Mapuche: l’eredità dittatoriale del Cile contemporaneo

Non solo amichevoli: quando il calcio affoga nella politica

Organizzare una partita di calcetto (o calcio a sette) con gli amici non è mai una cosa semplice. Prenota il campo, trova dieci volontari desiderosi di dare due calci al pallone, ricordati il pallone stesso, preparati a qualsiasi genere di contrattempo, come l’amico che all’ultimo ha un altro impegno o il diluvio universale che si abbatte sul terreno di gioco pochi minuti prima di entrare … Continue reading Non solo amichevoli: quando il calcio affoga nella politica

https://pixabay.com/it/europa-fuoco-bruciare-politica-396834/

I dazi di Trump scuotono il commercio globale: World Trade War?

Lo aveva promesso e lo ha fatto. Come per il Muslim Ban, Donald Trump dimostra di essere un uomo di parola (purtroppo). Il presidente Usa ha deciso dunque di “chiudere” le porte del mercato americano a due dei principali giganti economici del mondo, la Cina e l’Unione Europea, e parzialmente ai due partner del NAFTA (North America Free Trade Agreement). Cina e UE sembrano al … Continue reading I dazi di Trump scuotono il commercio globale: World Trade War?

Cronache tristi dal regno della felicità: i Lotshampa

Di tanto in tanto si sente parlare di un piccolo paese montuoso dell’Asia che ha adottato la Felicità Interna Lorda come misura del benessere della propria società. Quel paese è il Bhutan, un piccolo regno stretto fra i giganti Cina ed India. Una decisione del genere non può non suscitare un sorriso ed una immediata simpatia, forse memore di quei coriacei stereotipi che ci sono … Continue reading Cronache tristi dal regno della felicità: i Lotshampa

“Undercover BOSS”, le contraddizioni della società a stelle e strisce

“Undercover Boss” è uno show televisivo come tanti, il genere di intrattenimento che non ha un accidente di contenuto da esprimere, il tipo di televisione che ti fa benedire il servizio pubblico e il canone Rai. Questo programma televisivo tuttavia, come del resto tanta altra spazzatura da teleschermo, ha in serbo qualche spunto che merita una riflessione: in effetti, spesso i reality di intrattenimento sono … Continue reading “Undercover BOSS”, le contraddizioni della società a stelle e strisce

Intervista all’esperto: 3 domande sulla crisi in Siria

Lorenzo Forlani, classe 1986, è stato redattore esteri per la Repubblica, ha collaborato con Adnkronos International ed attualmente è blogger dell’Huffpost Italia e corrispondente per l’Agi. Da anni vive a Beirut, capitale del Libano. Appena due settimane fa sembrava che Trump fosse intenzionato a ritirare le truppe americane dalla Siria, dando il via a quel graduale disimpegno dal Medioriente promesso in campagna elettorale. Poi è scoppiato il … Continue reading Intervista all’esperto: 3 domande sulla crisi in Siria

Berlino: meta degli italiani negli anni della crisi

Negli ultimi anni si è tornati a parlare con vivacità delle migrazioni in uscita dall’Italia, specie da quando nel 2014 il saldo tra persone in entrata e persone che hanno lasciato il paese è tornato negativo[1]. Tra le mete preferite dagli italiani c’è sicuramente Berlino, città che tradizionalmente – anche per la sua particolare storia – non ha mai ospitato una grande comunità italiana, ma … Continue reading Berlino: meta degli italiani negli anni della crisi

The darkest hour (Elezioni in Ungheria e la riconferma di Orbàn)

La schiacciante vittoria di Orbàn Per la terza volta consecutiva il popolo ungherese consacra il partito euroscettico e conservatore di Viktor Orbàn, Fidesz, con la maggioranza assoluta, portando il partito nazionalista ad una supremazia schiacciante di oltre due terzi del Parlamento, così da consentire al premier di poter modificare a proprio piacimento la Costituzione. Si conferma secondo partito Jobbik, movimento di estrema destra con circa … Continue reading The darkest hour (Elezioni in Ungheria e la riconferma di Orbàn)

Gaza e le Marce del Ritorno

Ultimi aggiornamenti dalla più grande prigione a cielo aperto GERUSALEMME –  Dopo le violenze dello scorso fine settimana, che hanno causato l’uccisione di 20 gazawie più di 1400 feriti, le Autorità di Gerusalemme si preparano ad affrontare un altro venerdì di scontri, incrementando il numero dei soldati a difesa della barriera e proseguendo nella politica di deterrenza verso chiunque si avvicini al limite di 300 metri … Continue reading Gaza e le Marce del Ritorno

India: la lunga marcia dei contadini, campanello d’allarme per il BJP

Lo scorso 6 marzo 35.000 contadini indiani, armati di bandiere e cappelli rossi, si sono messi in marcia dalla città di Nashik, nel Maharasthra, con lo scopo di protestare contro la scarsa remunerazione dei loro prodotti e le condizioni critiche in cui da decenni versa il settore agricolo. Dopo 180 km e 6 giorni di cammino, il corteo di manifestanti ha raggiunto la città di … Continue reading India: la lunga marcia dei contadini, campanello d’allarme per il BJP